autori Poeti contemporanei

Icona Profilo | Posta

Flavio Almerighi

"Flavio Almerighi ha una scrittura asciutta, felicemente scandita"( Maurizio Cucchi da Specchio della Stampa, 30 settembre 2005).

E’ nato a Faenza nel 1959, le sue prime liriche risalgono al 1976. Oltre alla composizione di poesie si č dedicato all’attivitā di conduttore e giornalista radiofonico dal 1979 al 1996. Dal 1977 al 2003 ha recitato quale attore filodrammatico in drammi teatrali in lingua e commedie in dialetto romagnolo. Nel 1996 ha vinto il premio Sant’Andrea Apostolo dello Jonio con la lirica "Amelia Rosselli". Le sue poesie appaiono in diverse, prestigiose riviste specializzate, quali "Inchiostro" e "Orizzonti".Ha pubblicato tre raccolte di poesie "Allegro improvviso" (Ibiskos, 1999), "Vie di Fuga" (Aletti, 2002), "Amori al tempo del Nasdaq" (Aletti, 2003). E’ del 2005 il suo debutto cinematografico nel film a cortometraggio "Appena un giorno".

A vista
abbandono
Ahead
Are di neve
Cartolina, 12 giugno
catilinaria
Cauta percezione della caduta
Digitale per granchio violinista.
Emily cries (a Syd Barrett)
Incoerenza d’essere
Melone d’acqua
Violenze d'Autunno
Una giornata da Ivān


Inciampare al futuro

dopo tanto domani
inciampare al passato
e trovare coraggio
per riaprire la vita,
cioccolato fondente
dalle frasi rifatte,
prima di
eventi importanti


Š Flavio Almerighi