Antelitteram Autori Poeti contemporanei

IconaProfilo | Posta

 

 

Filippo Giordano

Filippo Giordano è nato nel 1952 a Mistretta (Messina) dove svolge attività sindacale. Oltre che con diverse riviste letterarie, da diversi anni collabora con il settimale Lottomio, edizione del lunedì e Centonove. E' presente in diverse antologie poetiche. Ha pubblicato:

Se dura l'inverno (poesie, 1980, 1994)
I fili si allungano verso i balconi (poesie, 1981)
Villaggio fra le braccia di Morfeo (poesie, 1982)
Strambotti per viola d'amore (poesie, 1985)
Del sabato e dell'infinito (poesie, 1992)
Minuetti per quattro stagioni (poesie 2000)
Voli di soffione
(racconti, 2001)
Perfetto 6: il file nascosto dei numeri primi (matematica, 2001)
Primi di Mersenne e numeri perfetti (matematica, 2002)
Osservatorio delle terne pitagoriche primitive (matematica 2002)
Scorcia ri limuni scamusciata (poesia 2003)
Il sale della terra (poesia, 2004)


EDISON 2003

Dopo il Canada e lo Stato di New York,
a distanza di appena qualche mese,
il buio fitto fitto della storia
cade come immensa nube nera,
la notte del ventotto di Settembre,
sull’unico stivale dell’Europa.
Il capriccio di una domenica
funambolica che, saltando, cade
giù, rotolando un secolo di sotto,
ricordandoci d’essere sospesi
a un precario equilibrio di forze;
un filo che, spezzandosi,
lascia i condomini senz’acqua,
chiusi dentro gli ascensori
e l’effigie di Edison a lume di candela.

 

 

© Filippo Giordano