autori Poeti contemporanei

Icona Profilo | Posta

  ACHAB
A Mattia

Ah, la balena, grande sposa bianca,
Carosello di musica e di furia…
Han veduto, han veduto come arranca
A
diposa e purissima, jattura
Benedetta dal fuoco coniugale?

Anno per anno, sotto i miei guanciali
Contraffatta in un rogo di violini
Han veduto in che modo, con che strali
Animosi e collerici, caini
Barbaramente l’ho sorpresa, avuta?

Ah, con quale terribile, perduta
Carezzante dolcezza sono stato
Hidalgo lugubre della sua muta
Abominevole beltà, crociato,
B
reccia dei suoi polmoni!

Ascoltate: la Santa Inquisizione
Castigava le donne nelle chiese.
Han mai veduto vento di passione
Abbandonare un marinaio inglese?
Buon per voi se perdeste la memoria.

Ascoltate, la tragica mia storia
Cominciò quando Dio si volle fare
Homo nelle mie tempie ed ecco, allora
Animale mi rese e sotto il mare
Balzò il mio tendine di ramponiere.

Ahimé, non echeggiarono preghiere
Che si estendessero più in là del Capo
Horn del mio topografico forziere.
Avanti tutta verso il male, Capo!
Brontolò il cambusiere.

 
     
  Cristina Sparagana