autori Poeti contemporanei

Icona Profilo | Posta

  FOIBA
(per i sepolti del Carso)

Non c’ stato uno schianto. Non giunto
-ahi, silente preludio della fine!-
il fragoroso urlo del lutto. File
di teschi ci hanno pianto. L’urto

non stato inumato. Ma inumano
colpo d’elitre nere ci ha vegliato
crocifiggendoci nel desolato
scempio della vertigine. Cogliamo

i narcisi sgorgati dal clamore
dei nostri fori occipitali. Muore
chi ha il sonno sulla fronte.Vano
giacere con il sonno in gola

fra le dita degli angeli del nulla.
Verticali franammo nella culla,
e il breve incanto, ci fu data un’ora
per rammentarlo?

 
     
     
  Cristina Sparagana