autori

Poeti contemporanei


Posta

Gioele Valenti

ha pubblicato tre libri, due di poesie, uno di racconti, e una raccolta.

- Uno Scherzo e altri racconti - Manni Editore 2002
- Saggi Televisivi e loro complicanze emetiche - Ass Cult Press 2003
- Conatus - Coniglio Editore 2005
- Raven Shaped Mood - Edizioni Il Filo 2004



Tramezzi
 

L’insulina è come il diamante.
Per sempre.
Dio è come il poliziotto.
Entrambi fanno leggi
solo a loro trasgredibili.
Mamma è come il Papà.
Ha solo il pene un po’ più lungo.
Il sesso è come il rock’n’roll.
Sai sempre come va a finire
ma non per questo puoi farne a meno
La tua figa è di taglio elegante
Non sfigurerebbe su di un tavolo Luigi XVI,
attorniata da dame che sferruzzano, e che
non la riconoscono tra i tanti cappellini lì intorno.
I miei amici sono tutti delinquenti, eufemismo.
Ma è da un prete che sono stato stuprato. La seconda volta.
La cacca è buonissima. Ma nessuno lo sa.
Conosco un pedofilo che alleva cuccioli ciechi.
Centinaia, che gli sciamano intorno nel giardino d’inverno
come San Francesco avrebbe solo potuto sognarsi…
e se foste un po’ più simili a lui, e meno pessimisti, li sentireste
ridere.
La mia amica Sandra si fa appendere a dei ganci,
la legano così forte – ma solo di venerdì, sabato non si lavora –
che le efelidi nere le spiccano per giorni, come punti esclamativi
alla fine di un orgasmo…
Poi si distende accanto a me, sul fouton – lei non mi vede –
Sbuffa lo skunk, dolcissimo, e le sento sussurrare
che ritorna bambina, e il mondo si contrae, ed è di nuovo
NATALE.
Io da dentro lo specchio – lei non mi vede – vorrei dirle qualcosa…
Mi limito a riflettere la sua immagine esausta, e capisco – è un attimo –
quasi più di QUALCOSA.
Tuo fratello accoppa i cattivi col distintivo. Usa le metafore
come un Politico-di-Centro-Destra… E mangia tanta carne.
‘Meglio se al sangue’, dice sempre… Morirà a trent’otto anni,
ma avrà alle spalle una gloriosa autostrada di carne,
e rimarrà caro nel ricordo di tutti.
 




© Gioele Valenti